INES e scuola di economia solidale 2017 a Mira

Dal 30 settembre al 1° ottobre
si terrà a Mira (vicino
a
Venezia) INES
2017
– l’Incontro
Nazionale
di
Economia
Solidale.

Prima
di tutto l’economia è avere cura di sé, degli altri, del Mondo”

Il
tema sarà
Il
passaggio da Distretti a Comunità distrettuali

e si articolerà in 4 sessioni:
– DALLE RETI ALLE COMUNITÀ

FLUSSI E FILIERE
– RI-TERRITORIALIZZARE E RI-SOCIALIZZARE
L’ECONOMIA
– CITTADINANZA/DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA

 

Tanti temi ed
esperienze ecosol innovative: dalle CSA
(Community Supported Agricolture – Agricoltura sostenuta dalla
comunità) ai SPG (Sistemi di
Garanzia Partecipativa). Ascolteremo le proposte dei GdL
nazionali
(Sovranità Alimentare, Comunicazione, EBC
(Economia del Bene Comune), BdG
(Bilanci di Giustizia), RES,
Ricerca…

E per concludere
INES 2017, un appuntamento da non perdere: domenica pomeriggio Tavola
rotonda/confronto con i promotori della “Rete di Reti”:
Associazione Decrescita, EBC, Italia che
Cambia, Movimento Decrescita Felice, Panta Rei, Rete Italiana
Villaggi Ecologici, Transition Italia.

Qui trovate il
programma
completo dell’
Incontro
Nazionale
,
e il modulo per
ISCRIVERSI:
https://socialbusinessworld.org/events/event/view/839531/ines-2017-%E2%80%9Dprima-di-tutto%E2%80%9D-incontro-nazionale-di-economia-solidale-mira-ve-dal-30-settembre-al-1%C2%B0-ottobre

La partecipazione
è gratuita; iscrivendovi, faciliterete il lavoro degli
organizzatori.

Vi ricordiamo
inoltre, che
dal
27 al 29 settembre 2017
,
sempre a Mira, si terrà la
Scuola
dell’economia solidale “Tessitrici e tessitori di relazioni di
comunità”
.

Qui trovate il modulo
per
ISCRIVERSI
https://socialbusinessworld.org/events/event/view/838571/scuola-associata-ad-ines-17-tessitrici-e-tessitori-di-relazioni-di-comunita

Costo di iscrizione a
tutta la Scuola 100€ / Costo di iscrizione a singole sessioni: 30€
(comprende i materiali di supporto, tra cui il libro “I dialoghi
dell’Economia solidale”)

Per
informazioni, scrivete alla segreteria:
tavolores@economiasolidale.net

Incontro Nazionale dell’Economia Solidale – Trieste 19 – 21 giugno 2015

Triestedal 17 al 21 giugno 2015, si terrà l’Incontro Annuale dell’Economia Solidale, promosso dalla Rete Economia Solidale (RES).
Conclusa la fase “pioneristica” di diffusione sul territorio nazionale delle buone pratiche, con la crisi ormai endemica del sistema di mercato, è imperativo che il mondo dell’economia solidale si renda visibile come sistema in grado di offrire risposte concrete ai problemi della disoccupazione, della crescente povertà, della privatizzazione dei beni comuni: salute, scuola, servizi pubblici, ecc..
L’Incontro Nazionale dell’Economia Solidale (INES) 2015 ha come incipit “SCONFINAMENTI”, ovvero la volontà e la capacità di abbattere i recinti -esterni e interni, materiali e psicologici- che ci impediscono di fare altra economia.

Agricoltura industriale, pesticidi, salute pubblica e alternative possibili

Cosa sono e cosa servono: un breve excursus storico, agronomico e alimentare sui pesticidi.

8 Maggio 2015 – ore 20.00 – 23.00

Centro Giorgio Costa sala Costa in v. Azzo Gardino 48

Bologna

Ne parliamo con:

Patrizia Gentilini, Medico Oncologo ed Ematologo, Medicina Democratica e Associazione Medici per l’Ambiente”

Andrea Cenacchi – (Podere Santa Croce – Arca Biodinamica – Funo in Transizione)

Carlo Bazzocchi – FIRAB – Fondazione per la Ricerca in Agricoltura Biologica

Modera : Giorgio Menchini, responsabile Coomunità, Ambiente e Territorio Cospe Onlus

Nonostante l’obiettivo di voler nutrire il pianeta, la filosofia che ha ispirato EXPO 2015 e ha dato gambe a tutta la kermesse riprende e rilancia un sistema agroalimentare incapace di rispondere alle esigenze di sovranità alimentare, di equo accesso ad un’alimentazione di qualità, di sostenibilità ambientale davanti alle grandi crisi ecologiche del nostro tempo, e che lascia in mano di pochi il controllo delle filiere agroalimentari globali.

Il lavoro di costruzione dal basso di filiere solidali e sostenibili così come di campagne di sensibilizzazione e di advocacy su un’economia giusta, ci hanno insegnato che non esiste un sistema agroalimentare sostenibile senza sovranità alimentare, che non è possibile nutrire il mondo attraverso un modello di produzione industriale e produttivista, che prevede un ampio utilizzo della chimica, che consuma i suoli e distrugge la biodiversità.

La fierucola delle trame sane

Incontro con la filiera italiana del tessile etico e sostenibile nella terra dei ciliegi.

Anche la moda può essere ecologica vestirsi in maniera consapevole aiuta a svuotare gli armadi dalle ingiustizie.

Sabato 9 Maggio  – dalle 10.00 alle 19.00 in via Bonesi a Vignola – (Mo)